situation

Buongiorno.                                           Dopo l'ubriacatura di ponti e festività , riscontriamo che il mese di Aprile ha contato circa 16 giorni lavorativi ; un bel 23/24% di produzione in meno. D'altra parte è anche giusto godersi qualche festività , di quando in quando. Se poi consideriamo che la prima settimana di Aprile , moltissimi di noi erano all'European Coating Show di Norimberga .....i giorni di "business" si riducono ad una manciata. E' evidente che Aprile è un mese da non considerare come significativo ai fini statistici.

la fiera

Buongiorno.                                       La scorsa settimana c'è stata la Fiera di Norimberga ( E.C.S) moltissimi Italiani hanno partecipato sia come espositori che come visitatori. Tutti cercavano di capire cosa stia succedendo al mondo delle materie prime. Inevitabilmente gli Stands delle multinazionali erano i più popolati. Ma nessuno è riuscito a comprendere le vere ragioni di quanto sta succedendo. Indubbiamente un numero così elevato di materie prime che si rendono non-disponibili è un fenomeno che non ha precedenti.

alè ! Tutti a Norimberga !!!!

Buongiorno.                                                          Chiudiamo il primo trimestre, o, come è ormai di moda , il primo "quarter". I volumi , per il momento, reggono,ma quanto sono drogati da un pochino di scorta forzata che si sta attuando?                          Comunque chiudiamo con un piccolo segno più. C'è però da dire che il caos sta continuando e non se ne vede la fine.                    Su Aprile iniziano a mancare seriamente alcune materie prime e di conseguenza alcuni semilavorati. Non c'è prezzo che tenga.......hai bisogno di 10?.....te ne dò 7.

causa di forza maggiore

Buongiorno.                                                      Mai come in questo periodo ho sentito utilizzare la dicitura : " ...per causa di forza maggiore "; con questa frase si giustificano le peggiori nefandezze!!                                   Manca il Titanio, il TDI, l'MDI, l'MMA, il BA (butilacrilato), la penta, l'acido isoftalico, .......e chi oiù ne ha più ne metta.

è difficile

Buongiorno.                                                    E' un momento difficile.  Non c'è più una materia prima il cui prezzo non sia aumentato. In alcune situazioni gli aumenti sono anche consistenti ed ormai hanno largamente superato ogni previsione Non faccio l'elenco, sarebbe troppo lungo, ma credo non sia neppure necessario poichè, chi milegge, sa bene come stanno andando le cose e quali sono lepercentuali d'aumento che stiamo subendo.

la danza dei numeri

Buongiorno.                                                              Mi ripeto. Qualche tempo fa intitolai alla stessa maniera, e quindi mi sono chiesto : che cosa è cambiato? ......risposta: Nulla !                                                                       facciamo immani fatiche per rimanere sempre lì, allo stesso posto, sulla stessa linea. Progressi ? Zero.

la burrasca

Buongiorno.                                                 Alla fine ...la burrasca è arrivata. Sono veramente poche le materie prime non coinvolte in aumenti di prezzo. C'è da aggiungere che le percentuali sono "importanti" e le previsioni sono di ulteriori aumenti.

che sete di acetati !!!

Buongiorno.                                                        Evidentemente esistono animali che bevono i vari tipi di acetati, ma soprattutto l'acetato di butile. Sta diventando introvabile e , nel giro di un mesetto, è rincarato del 70%.........sì, sì...del settanta percento! Mi dicono che anche con i fotoiniziatori si hanno problemi di reperibilità non trascurando le resine ureiche  per le quali , l'unico produttore nazionale ha deciso di sospenderne la produzione, e sono scomparse dalla circolazione.

toh ! Chi si rivede !

Buongiorno.                                                           Al di là delle "Trumpiane" notizie che ci giungono puntuali da oltreoceano, in Europa fervono i preparativi per le varie Elezioni previste : Francia e Germania , su tutte.    Come ben si sa, quando partono le Campagne Elettorali, il lavoro subisce un rallentamento ,ma questo sembra non interessare le Multinazionali che con disarmante atteggiamento annunciano ed applicano aumenti che cominciano ad assumere dimensioni importanti.

maretta

Buongiorno.                                                    Gennaio si è presentato ricco di annunci di aumenti dei prezzi delle materie prime. L'incidenza è ancora accettabile ,ma tende al rialzo continuo e le previsioni su Febbraio /Marzo sono un po' preoccupanti.                                                                             Ho notato che è cambiato lo stile dell'azione della richiesta; fino a non molto tempo fa , i periodi da cui decorrevano gli aumenti erano : 1° Gennaio oppure 1° Settembre. Oggi , con quelle cadenze, si praticano gli "annunci".

Pages

Subscribe to Algicom RSS